Riforma fiscale: niente è cambiato per i professionisti

In discussione oggi alla camera il Ddl delega al Governo per la riforma fiscale. Dopo la pandemia e la crisi attualmente in atto il mondo professionale si aspettava dei cambiamenti volti a semplificare la vita di questo pezzo fondamentale del nostro sistema produttivo. Ed è proprio la semplificazione il grande assente in questo Ddl. Lo conferma il Vicepresidente del CoLAP con delega al fisco Luigi Pessina, che dichiara: “Il sistema duale come precedentemente ipotizzato non avrebbe portato benefici ma solo ulteriori complicazioni di carattere tecnico applicativo andando inoltre contro il principio della semplificazione".

Rimangono quindi inascoltate le istanze dei professionisti che chiedevano una semplificazione del fisco per non essere schiacciati da burocrazia e scadenze, soprattutto in un momento come questo.

“Lasciare di fatto le cose come stanno-conclude il Vicepresidente Pessina- va nella direzione opposta rispetto alle richieste avanzate dai professionisti e agli interessi dei cittadini”.

Come CoLAP chiediamo da tempo la diminuzione dei dati da esporre nei modelli dichiarativi, oltre che ad una maggiore chiarezza e determinatezza delle regole da seguire. Ciò si trasformerebbe automaticamente anche in un minor rischio di errore da parte del contribuente. Spesso infatti le sanzioni hanno origine esclusivamente dalla complessità burocratica unita alla poca chiarezza delle istruzioni fornite.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle nostra novità ed eventi

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo COLAP - Coordinamento Libere Associazioni Professionali a trattare i miei dati personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679