Sportello del Cittadino

Keep in Touch




Joomla Extensions powered by Joobi

Accesso Riservato

20170313- LA REPUBBLICA - L'affare della formazione

Un miliardo l'anno per i disoccupati e zero controlli

...

20170313- ILGIORNALE DELLE PMI- Partite Iva: a gennaio 2017 +8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente

Nel mese di gennaio 2017 sono state aperte 74.040 partite Iva e, in confronto al corrispondente mese dell’anno precedente, si è registrato un aumento dell’8%. La distribuzione per natura giuridica mostra che il 77,1% delle nuove partite Iva è stato aperto da persone fisiche, il 17,2% da società di capitale e il 5,2% da società di persone. La percentuale dei “non residenti” e “altre forme giuridiche” è pari allo 0,4%. Rispetto al mese di gennaio 2016, si rileva un aumento di avviamenti più marcato per le società di capitali (+10%) e le persone fisiche (+8,3%), più contenuto per le società di persone (+1,1%). Riguardo alla ripartizione territoriale, circa il 45% delle partite Iva avviate a gennaio è localizzato al Nord, il 22% al Centro ed il 33% al Sud ed Isole. Rispetto allo stesso mese dello scorso anno, in tutte le Regioni si rileva un aumento di aperture, con picchi in Sardegna (+58,1%), in Calabria (+33,2%), e nella Provincia autonoma di Bolzano (+16%). In particolare, i maggiori avviamenti registrati in Sardegna e Calabria si concentrano nel settore dell’agricoltura, presumibilmente a seguito dall’emanazione dei bandi regionali legati al nuovo Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020, promosso dalla Commissione Europea. 

....

20170310- FORMICHE - Isa, cosa cambia per 4 milioni di contribuenti dopo l’addio agli studi di settore

“Gli studi di settore sono finiti, non possiamo farlo d’emblée ma la strada è tracciata”. Si parte con un milione e 400mila contribuenti, ma a regime il nuovo sistema ne abbraccerà oltre 4 milioni. Vieri Ceriani (nella foto), per quasi un decennio responsabile del Servizio Rapporti Fiscali della Banca d’Italia, stimato sottosegretario all’Economia nell’esecutivo guidato dal professor Mario Monti, lo dice – ma senza troppa enfasi – alla fine della sua audizione di fronte alle Commissioni Finanza di Camera e Senato.

Dallo scorso giugno è amministratore delegato di Sose (Soluzioni per il Sistema Economico), una spa costituita dal ministero dell’Economia (88%) e dalla Banca d’Italia (12%) che svolge tutte le attività relative alla costruzione, realizzazione e aggiornamento degli studi di settore con l’obiettivo di creare sistemi di prevenzione dell’evasione.

...

20170310- ILSOLE24ORE- Per chi lavora in smart working niente tagli di stipendio

Il progetto di legge sul lavoro agile mira ad adeguare le tradizionali regole del lavoro dipendente alle profonde trasformazioni del modo di lavorare imposte dalla rivoluzione digitale. L’utilizzo massiccio delle nuove tecnologie rende sempre meno necessaria – per alcuni settori d’attività – la presenza fisica sul luogo di lavoro; inoltre, acquista sempre maggiore importanza il risultato della prestazione, rispetto alle tradizionali forme di misurazione legate al tempo e al luogo di lavoro. Queste trasformazioni stanno causando il rapido invecchiamento delle regole del lavoro; la disciplina del lavoro agile tenta di recuperare questo ritardo, dando una veste giuridica certa a prassi e forme di lavoro già ampiamente diffuse.

 ...

20170310- FISCO E TASSE - Jobs Act lavoro autonomo, approvato alla Camera il DDL

La Camera ha approvato ieri il disegno di legge con molte novità sulla disciplina del lavoro autonomo e sullo smart working

Come preannunciato l'Aula della Camera ha dato il via libera, con 256 sì, 10 no e 102 astenuti, al disegno di legge per la tutela del Lavoro autonomo non imprenditoriale che contiene misure per favorire la flessibilità nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il provvedimento deve tornare ora  al Senato per l'approvazione definitiva, ma era già stato votato positivamente, quindi si tratta di un passaggio solamente formale.

...