Sportello del Cittadino

Keep in Touch




Joomla Extensions powered by Joobi

Accesso Riservato

20171009 - Pensioni Oggi - Ape Sociale, Il Governo apre alla valorizzazione della contribuzione estera

Lo ha indicato il sottosegretario al welfare Luigi Bobba alla Camera dei Deputati. Anche i lavoratori che hanno versato i contributi all'estero potranno totalizzarli per raggiungere i 30/36 anni chiesti per l'accesso all'APE sociale.

L'esecutivo apre alla valorizzazione della contribuzione estera ai fini di maturare il requisito contributivo chiesto per ottenere l'Ape sociale. E' quanto ha dichiarato ieri in Commissione Lavoro alla Camera il sottosegretario al welfare Luigi Bobba rispondendo ad una interrogazione parlamentare (5-12134) sollevata dal deputato PD Tiziano Arlotti sulla questione. L'APE sociale è una prestazione nuova e sui generis non catalogabile tra le prestazioni classiche di sicurezza sociale e, pertanto, da considerare fuori dal campo di applicazione sia dei regolamenti dell'Unione europea sia delle convenzioni bilaterali, che, peraltro, hanno un campo di applicazione più limitato che non si estende alle prestazioni assistenziali. Pertanto, con la circolare n. 100 del 2017 l'INPS ha precisato che il requisito contributivo richiesto (30/36 anni) non può essere perfezionato totalizzando i periodi assicurativi italiani con quelli esteri, maturati in paesi dell'Unione europea, Svizzera, Spazio Economico Europeo (SEE) o in paesi extracomunitari convenzionati con l'Italia. Con ciò penalizzando, tra l'altro, i lavoratori transfrontalieri.

....