Sportello del Cittadino

Keep in Touch




Joomla Extensions powered by Joobi

Accesso Riservato

20161207-COMUNICATO STAMPA-L’Attestazione rilasciata dalle associazioni professionali, strumento reale di garanzia dell’utenza

COMUNICATO STAMPA 

L’Attestazione rilasciata dalle associazioni professionali, strumento reale di garanzia dell’utenza

 

Roma, 07/12/2016 – Il CoLAP (prima forma aggregativa riconosciuta dal MISE) è stato il grande promotore della Legge 4/13 ed in particolare dell’esigenza di garantire l’utenza attraverso l’attestazione di qualità e di qualificazione dei servizi rilasciata al professionista dall’associazione professionale.

 

“La legge 4/13 affida alle associazioni iscritte al MISE – apre Emiliana Alessandrucci, Presidente del CoLAP Nazionale – il ruolo di garantire la qualità dei servizi professionali erogati dai professionisti iscritti, la loro formazione, la loro deontologia, il loro rispetto delle regole associative”.

“Pertanto leggendo l’articolo apparso su Italia Oggi, a firma del Presidente di Accredia Giuseppe Rossi del 6 dicembre 2016, trovo doveroso – continua la Presidente – per una corretta informazione, integrare e rettificare quanto detto; la certificazione secondo norma tecnica UNI, è uno degli strumenti per tutelare l’utenza ma non il solo; grande rilievo infatti assume l’attestazione rilasciata dalle associazioni. A tal proposito va anche rettificata l’interpretazione data all’articolo 6/bis del decreto fiscale, che prevede per i tributaristi che intendono rappresentare nelle composizioni stragiudiziali i propri contribuenti, nel senso di prevedere SI la certificazione secondo norma tecnica UNI ma anche l’attestato rilasciato dall’associazione (infatti indica qualificati secondo legge 4/13)”.

“L’attestazione secondo l’art. 7 della legge 4/13 - prosegue la Alessandrucci – è per le 200 associazioni iscritte al CoLAP strumento di garanzia perchè:

  • rilasciata da soggetti competenti della materia che attestano;
  • valida solo se i professionisti restano iscritti all’ associazione (continuo controllo di competenze e di standard qualitativi);
  • monitora anche l’aspetto di condotta professionale rispetto un codice deontologico che i professionisti si sono dati.

 

“Le associazioni professionali hanno fatto e stanno facendo un autorevole lavoro – sottolinea Emiliana Alessandrucci - per la messa a punto di sistemi di attestazione capaci di assolvere il compito della garanzia, della verifica, del controllo; diverse associazioni in questi ultimi due anni hanno lavorato a progetti seri e strutturati per essere in grado di assolvere a questo importante compito, il CIS – Comitato Indirizzo e Sorveglianza (art. 4 comma 3 della legge 4/13) del CoLAP ha già infatti rilasciato diverse validazioni rispetto alle procedure di attestato messe in piedi dalle associazioni”.

“Esistono anche progetti interessanti di integrazione dei due sistemi in cui l’attestazione riesce a valorizzare anche la certificazione – conclude la Presidente. Credo sia questa la strada da perseguire”.